Professionalità, etica, passione

4 Ottobre, 2019

Super e Iper ammortamento alle battute finali?

Sembra essere nelle intenzioni del Governo anche quella di prorogare il Piano Industria 4.0 (e quindi anche le relative misure agevolative sugli investimenti).

In attesa di conferme e con l’avvicinarsi della scadenza, ne riepiloghiamo gli aspetti principali.

Il super ammortamento (prorogato al 31 dicembre 2019 dal Decreto Crescita) prevede la possibilità per l’impresa di accedere a due differenti benefici:

  • la maggiorazione del 40% del costo di acquisizione di beni immateriali connessi alla trasformazione tecnologica e collegato agli investimenti effettuati ai fini dell’iper ammortamento;
  • la maggiorazione del 30% del costo d’acquisizione di beni strumentali nuovi, fino ad un massimo di 2,5 milioni di euro d’investimento.

Attualmente la scadenza dell’agevolazione è fissata al 31 dicembre 2019, ma si può fruire dell’agevolazione anche nel 2020 alle seguenti condizioni:

  • super ammortamento 140%: completamento dell’investimento entro il 31 dicembre 2020, se entro il 31 dicembre 2019 l’ordine è stato accettato dal venditore e sono stati pagati acconti pari almeno al 20%;
  • super ammortamento 130%: completamento dell’investimento entro il 30 giugno 2020, a patto che entro il 31 dicembre 2019 l’ordine sia stato accettato dal venditore e siano stati pagati acconti pari almeno al 20% del costo complessivo.

Con l’iper ammortamento, la percentuale di maggiorazione del costo dei beni è strutturata in tre diverse aliquote:

  • iperammortamento al 270% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • iperammortamento al 200% per gli investimenti fino a 10 milioni di euro;
  • iperammortamento al 150% per gli investimenti fino a 20 milioni di euro.

Anche per l’iper ammortamento attualmente la scadenza dell’agevolazione è fissata al 31 dicembre 2019, ma si può fruire dell’agevolazione anche nel 2020 in caso di completamento dell’investimento entro il 31 dicembre 2020, a patto che entro il 31 dicembre 2019 l’ordine sia stato accettato dal venditore e siano stati pagati acconti pari almeno al 20% del costo complessivo.

L’attestazione, o la perizia, deve essere redatta entro il periodo di imposta in cui il bene entra in funzione e viene interconnesso con la fabbrica. Nella risoluzione 27/E/2018 l’Agenzia Entrate ha precisato che “l’interconnessione, insieme agli altri requisiti previsti dalla legge, deve essere attestata dai documenti indicati nel predetto comma 11, ossia dalla dichiarazione del legale rappresentante, dalla perizia tecnica giurata o dall’attestato di conformità. Tali documenti devono essere acquisiti dall’impresa entro il periodo di imposta in cui il bene entra in funzione, ovvero, se successivo, entro il periodo di imposta in cui il bene è interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura”.
Solo dal momento dell’interconnessione si potrà beneficiare dell’iper ammortamento del 270% o 200% o 150 %.

Consulta direttamente il sito internet del MISE per ulteriori approfondimenti.

Meli & Associati

Via Nastrucci, 23
29122 - Piacenza
Tel.: 0523/579590
Fax: 0523/606671

stmeli@studiomeli.it

Il network

Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti è uno Studio Commercialista dinamico ed innovativo che offre ai propri Clienti servizi di alta qualità professionale, con il supporto delle più efficaci tecnologie ed operando in sinergia con primari Studi Commercialisti, Legali e di Consulenti del Lavoro e con società di servizi.
Significative esperienze sono state maturate in tal senso con la collaborazione al network AteneoWeb e con altre note società operanti nel settore ICT (Information and Communication Technology).
Prioritaria è la collaborazione tra Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti e Studio Meli S.r.l..

Meli & Associati - P.IVA: 01113360331