Professionalità, etica, passione

14 Maggio, 2020

Rinvio dell’entrata in vigore della “Sugar tax” e della “Plastic tax”

Il Decreto Rilancio approvato il 13 maggio e in corso di pubblicazione in G.U., all’art. 139, dispone il rinvio dell’entrata in vigore di due tributi introdotti con la legge di Bilancio 2020: l’imposta sul consumo delle bevande edulcorate (c.d. “Sugar Tax”) e l’imposta sul consumo dei manufatti con singolo impiego (c.d. “Plastic Tax”).
Il primo tributo sottopone a tassazione i manufatti con singolo impiego (MACSI), vale a dire i prodotti c.d “usa e getta” non compostabili destinati ad avere funzione di contenimento, protezione, manipolazione o consegna di merci o di prodotti alimentari.

I soggetti passivi d’imposta sono:
• il fabbricante, per i manufatti realizzati nel territorio nazionale, quando questi vengono ceduti ad altri soggetti nazionali
• il soggetto acquirente (se i manufatti sono acquistati nell’esercizio dell’attività economica) al momento dell’acquisto o il cedente (quando i manufatti sono acquistati da un consumatore privato) al momento della cessione, in caso di manufatti provenienti da altri Paesi dell’Unione europea
• l’importatore, per i manufatti provenienti da Paesi Extra-UE, al momento dell’importazione definitiva nel territorio italiano.
L’entrata in vigore del tributo in origine era fissata al primo giorno del secondo mese successivo all’emissione del relativo provvedimento attuativo da parte dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli (da emettersi entro maggio 2019); il Decreto ora rinvia l’entrata in vigore al 1 ° gennaio 2021.

Il secondo tributo ha per oggetto la tassazione delle bevande edulcorate, in particolare i prodotti finiti e i prodotti predisposti per essere utilizzati come tali previa diluizione, rientranti nelle voci NC 2009 e 2202 della nomenclatura combinata dell’Unione europea, condizionati per la vendita, destinati al consumo alimentare umano, ottenuti con l’aggiunta di edulcoranti e aventi un titolo alcolometrico inferiore o uguale a 1,2 % in volume.
I soggetti passivi d’imposta sono:
• il fabbricante nazionale che cede le bevande a consumatori nel territorio dello Stato ovvero a ditte nazionali esercenti il commercio che ne effettuano la rivendita;
• l’acquirente, in relazione a prodotti provenienti da Paesi appartenenti all’Unione europea, all’atto del ricevimento dei beni
• l’importatore nel caso di bevande edulcorate provenienti da Paesi Extra-UE, al momento dell’importazione definitiva.
L’entrata in vigore dell’imposta era fissata in origine al primo giorno del secondo mese successivo la pubblicazione in GU del relativo decreto attuativo del Ministro dell’economia e delle finanze (previsto entro agosto 2020). Anche in questo caso il Decreto in oggetto fissa l’entrata in vigore al 1° gennaio 2021.

Meli & Associati

Via Nastrucci, 23
29122 - Piacenza
Tel.: 0523/579590
Fax: 0523/606671

stmeli@studiomeli.it

Il network

Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti è uno Studio Commercialista dinamico ed innovativo che offre ai propri Clienti servizi di alta qualità professionale, con il supporto delle più efficaci tecnologie ed operando in sinergia con primari Studi Commercialisti, Legali e di Consulenti del Lavoro e con società di servizi.
Significative esperienze sono state maturate in tal senso con la collaborazione al network AteneoWeb e con altre note società operanti nel settore ICT (Information and Communication Technology).
Prioritaria è la collaborazione tra Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti e Studio Meli S.r.l..

Meli & Associati - P.IVA: 01113360331