Professionalità, etica, passione

14 Giugno, 2019

Pronti i software per gli ISA: la richiesta massiva e il calcolo dell’indice

Sono stati finalmente rilasciati i software per il conteggio del punteggio attribuibile ai contribuenti con riferimento agli ISA.

Sono altresì disponibili, nei cassetti fiscali, i cosiddetti “dati ulteriori”, indispensabili per la valutazione.

Con Provvedimento n. 126200 del 10 maggio 2019, è stato anche rilasciato il software per la richiesta massiva dei “dati ulteriori”.

Gli ISA sono stati introdotti dalla L. 193/2016 e vedranno la loro prima applicazione nei modelli Redditi 2019 per l’esercizio 2018.

Tramite il software di calcolo, inserendo i dati contabili, i dati extracontabili e i “dai ulteriori”, ad ogni contribuente verrà assegnato un punteggio da 1 a 10. Sino a 6 si verrà considerati “insufficienti” e sottoposti a controlli da parte dell’Agenzia Entrate; oltre 8 spetteranno premialità.

Da un punto di vista operativo, sul sito dell’Agenzia è disponibile per il download e l’installazione il software di calcolo “Il tuo ISA 2019”; nel breve periodo saranno quindi anche aggiornati i software gestionali di studio.

La base necessaria per l’elaborazione dell’indice è composta:

  • dal modello ISA compilato sia dei dati contabili che extra contabili;
  • dal file XML dei “dati ulteriori”.

Una volta inseriti tutti i campi richiesti dal software è possibile procedere al calcolo; viene effettuato il calcolo dell’ISA.

Il conteggio, tramite il software dell’Agenzia, avviene inviando effettivamente i dati all’Agenzia stessa, anche se non consolidandoli; vi potrebbero quindi essere tracce di eventuali prove effettuate.

I cosiddetti “dati ulteriori” sono messi a disposizione nel cassetto fiscale di ciascun contribuente. Accedendo al cassetto fiscale, si seleziona ISA / STUDI DI SETTORE – ISA PRECOMPILATO; qui è possibile scaricare il file XML.

Resta comunque valida, per gli intermediari, la possibilità di richiesta massiva dei “dati ulteriori” dei propri clienti.

Se il consulente è già delegato al Cassetto fiscale dei propri clienti, potrà richiedere per i contribuenti assistiti, il rilascio massivo dei dati. Il rilascio avverrà previa verifica da parte dell’Agenzia Entrate dell’effettiva sussistenza di delega valida per l’accesso al cassetto fiscale.

Qualora un intermediario non sia stato delegato all’accesso al cassetto fiscale del contribuente può comunque entrare in possesso degli “ulteriori dati”, previa apposita delega ai soli fini ISA.

Tale delega dovrà essere annotata su un registro cronologico, corredata da un documento d’identità valido del sottoscrittore e conservata per almeno 10 anni

Le predette deleghe dovranno essere inviate all’Agenzia Entrate corredate da ulteriori dati di riscontro (dati IVA e studi di settore anni precedenti).

Risulta quindi ancora una volta fondamentale essere in possesso delle deleghe Cassetto fiscale dei propri clienti; in alternativa si deve procedere alla richiesta di delega solo ai fini ISA, altrimenti dovrà essere il contribuente stesso a scaricare il file XML dei “dati ulteriori” e ad inviarli al proprio consulente.

Meli & Associati

Via Nastrucci, 23
29122 - Piacenza
Tel.: 0523/579590
Fax: 0523/606671

stmeli@studiomeli.it

Il network

Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti è uno Studio Commercialista dinamico ed innovativo che offre ai propri Clienti servizi di alta qualità professionale, con il supporto delle più efficaci tecnologie ed operando in sinergia con primari Studi Commercialisti, Legali e di Consulenti del Lavoro e con società di servizi.
Significative esperienze sono state maturate in tal senso con la collaborazione al network AteneoWeb e con altre note società operanti nel settore ICT (Information and Communication Technology).
Prioritaria è la collaborazione tra Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti e Studio Meli S.r.l..

Meli & Associati - P.IVA: 01113360331