Professionalità, etica, passione

29 Dicembre, 2019

Dichiarazioni d’intento esportatori abituali: novità 2020

Il Decreto crescita (articolo 12-septies D.L. 34/2019) prevede che dal 1° gennaio 2020 l’esportatore abituale, al fine di acquistare beni e servizi senza applicazione dell’Iva ai sensi dell’articolo 8, lett. c), D.P.R. 633/1972, non abbia più l’obbligo di consegnare la dichiarazione d’intento al fornitore, unitamente alla copia della ricevuta di trasmissione telematica.

È una “semplificazione” soltanto apparente perché lo stesso articolo prevede che:

  • nelle fatture emesse o nelle dichiarazioni doganali devono essere indicati gli estremi del protocollo di ricezione della dichiarazione di intento;
  • sono soppressi alcuni adempimenti relativi all’emissione e al ricevimento delle dichiarazioni di intento (ad esempio, la numerazione progressiva e l’annotazione in apposito registro);
  • sono inasprite le sanzioni in capo al fornitore che effettua operazioni in regime di non imponibilità Iva, senza aver prima riscontrato telematicamente l’avvenuta presentazione della dichiarazione di intento all’Agenzia: non è più applicabile la sanzione fissa (da 250 euro a 2.000 euro), bensì quella proporzionale dal 100% al 200% dell’imposta non applicata.

Le modalità operative per l’applicazione delle predette novità dovrebbero trovare attuazione in un apposito provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, da adottarsi (ad oggi tale provvedimento non è ancora stato approvato) entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del D.L. 34/2019.

In sintesi, dal 1° gennaio 2020:

  • l’esportatore abituale sarà comunque tenuto a comunicare l’avvenuta presentazione della dichiarazione al proprio fornitore, seppur con mezzi informali, quali un messaggio email;
  • il fornitore, per tutelare la propria posizione ed evitare sanzioni, potrà continuare a chiedere copia della dichiarazione d’intento, al fine di poter riscontrare adeguatamente la procedura prima di emettere la fattura senza applicazione dell’IVA.

Meli & Associati

Via Nastrucci, 23
29122 - Piacenza
Tel.: 0523/579590
Fax: 0523/606671

stmeli@studiomeli.it

Il network

Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti è uno Studio Commercialista dinamico ed innovativo che offre ai propri Clienti servizi di alta qualità professionale, con il supporto delle più efficaci tecnologie ed operando in sinergia con primari Studi Commercialisti, Legali e di Consulenti del Lavoro e con società di servizi.
Significative esperienze sono state maturate in tal senso con la collaborazione al network AteneoWeb e con altre note società operanti nel settore ICT (Information and Communication Technology).
Prioritaria è la collaborazione tra Studio Meli & Associati Dottori Commercialisti e Studio Meli S.r.l..

Meli & Associati - P.IVA: 01113360331